Servizi 2° trimestre 2009

Servizi: quelli innovativi e tecnologici crescono del +2,8%

Nel secondo trimestre 2009, sulla base dell’indagine VenetoCongiuntura, il volume d’affari relativo ad alcune attività dei servizi[1] ha registrato una contrazione su base tendenziale, ad eccezione dei servizi innovativi che invece hanno evidenziato un aumento del fatturato.
La rilevazione trimestrale sulle imprese dei servizi, condotta da Unioncamere del Veneto, è stata effettuata su un campione di circa 474 imprese con almeno 3 addetti.
Rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, nel secondo trimestre 2009 il fatturato del settore degli alberghi, ristoranti e servizi turistici ha messo a segno una diminuzione del -2,9 per cento, mentre il settore dei trasporti, magazzinaggio e logistica ha registrato un significativo calo del -13,9 per cento. In crescita invece i servizi innovativi e tecnologici che hanno evidenziato una variazione tendenziale del +2,8 per cento.

[1] Dal primo trimestre 2009 l’indagine VenetoCongiuntura relativa alle imprese dei servizi è stata parzialmente revisionata allo scopo di ottenere stime significative anche a livello provinciale. I settori per i quali attualmente si producono indicatori congiunturali sono tre: servizi innovativi e tecnologici; alberghi, ristoranti e servizi turistici; trasporti, magazzinaggio e logistica. I risultati sono stati resi confrontabili con la serie storica precedente. Per maggiori informazioni si rinvia a www.venetocongiuntura.it

Gli altri indicatori


Prezzi di vendita

Diminuiscono i prezzi di vendita. Su base annua l’indicatore ha mostrato un calo del -0,6 per cento sia nel settore dei servizi innovativi e tecnologici sia nel settore turistico, e del -0,5 nel settore dei trasporti.

Occupazione

Ancora negativo l’andamento dell’occupazione. Il bilancio negativo dell’indicatore è da imputare alla marcata flessione del settore turistico e del settore dei trasporti che hanno segnato una variazione tendenziale rispettivamente del -5,4 per cento e del -3,6 per cento. Positiva invece la variazione tendenziale dell’occupazione nei servizi innovativi (+3%).

Previsioni

Gli imprenditori esprimono ancora una sostanziale sfiducia nelle previsioni per i prossimi sei mesi. Il saldo del volume d’affari tra giudizi positivi e negativi è sfavorevole soprattutto per il settore turistico (-24,7%) che risente della stagionalità e per il settore dei trasporti (-16,2%) che accusa pesantemente gli effetti della congiuntura economica. Meno pessimiste le previsioni per i servizi innovativi (-7,7%).Negative anche le previsioni relative all’occupazione, mentre migliorano le aspettative relative ai prezzi di vendita che sono previsti in diminuzione.