Servizi 3° trimestre 2010

Servizi: in ulteriore crescita il fatturato

Nel terzo trimestre 2010, sulla base dell’indagine VenetoCongiuntura, il volume d’affari dei servizi ha registrato una dinamica positiva sia su base tendenziale che congiunturale.
La rilevazione trimestrale sulle imprese dei servizi, condotta da Unioncamere del Veneto, è stata effettuata su un campione di 762 imprese con almeno 3 addetti.
Nel periodo luglio – settembre il settore terziario ha evidenziato una tendenza positiva a livello tendenziale ascrivibile soprattutto al comparto dei servizi innovativi e tecnologici che hanno segnato un +3,8 per cento. In crescita, anche se meno accentuata, la variazione tendenziale del fatturato dei trasporti, magazzinaggio e logistica e un (+2,2%) e degli alberghi, ristoranti, bar e servizi turistici (+1,5%).

Gli altri indicatori


Prezzi di vendita

Su base annua l’indicatore dei prezzi di vendita ha evidenziato un calo del -0,4 per cento nel settore turistico, mentre una stabilità sia nei servizi innovativi e tecnologici che nel settore dei trasporti.

Occupazione

In miglioramento la dinamica occupazionale che ha segnato un andamento fortemente positivo nel settore dei trasporti (+7,1%), meno accentuate ma comunque positive le variazioni nei servizi innovativi e tecnologici (+1,8%) e nel settore turistico (+0,3%).

Previsioni

Gli imprenditori esprimono ancora previsioni negative per i prossimi sei mesi, peggiori rispetto al trimestre precedente. Il saldo del volume d’affari tra giudizi positivi e negativi è risultato pari al -19,5 per cento nel settore turistico, al -8,9 per cento nel settore dei servizi innovativi e tecnologici, mentre al +4,4 per cento nel settore dei trasporti.

Per quanto riguarda l’occupazione i saldi d’opinione si sono attestati al -4,8 per cento nel settore dei trasporti, al -4,9 per cento nei servizi innovativi e tecnologici e al -15,1 per cento nel settore turistico.

Le previsioni sui prezzi di vendita hanno evidenziato dinamiche differenti nei singoli settori: +2,2 per cento nel settore turistico, -1,8 per cento nei servizi innovativi, -2,1 per cento nei trasporti.