Servizi 1° trimestre 2011

Servizi: di nuovo positivi i trasporti

Nel primo trimestre 2011, sulla base dell’indagine VenetoCongiuntura, il volume d’affari dei servizi ha registrato una sostanziale stabilità su base tendenziale e una flessione su base congiunturale.
Nei primi tre mesi del 2011 il settore terziario ha evidenziato flessioni a livello tendenziale nel comparto turistico (alberghi, ristoranti, bar e servizi turistici) e nei servizi innovativi e tecnologici, che hanno segnato un decremento rispettivamente del -0,9 e -1,5 per cento.
Diversa la situazione che si presenta per il comparto dei trasporti, magazzinaggio e logistica che ha registrato un aumento del +2,5 per cento.

Gli altri indicatori


Prezzi di vendita

Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, i prezzi di vendita hanno registrato un aumento in tutti comparti, in particolare nei trasporti (+0,6%), seguiti dai servizi innovativi e tecnologici (+0,5%) e dal settore turistico (+0,4%).

Occupazione

Positiva la dinamica occupazione nel settore dei trasporti che ha segnato una crescita pari al +1,3 per cento. Il settore turistico e i servizi innovativi e tecnologici hanno segnato entrambe una tenuta, con variazioni tendenziali pari rispettivamente a +0,2 e -0,3 per cento.

Previsioni

Migliorano le aspettative degli imprenditori, che nel primo trimestre 2011 fanno registrare saldi positivi. Nel settore dei trasporti, il saldo del fatturato tra i giudizi positivi e negativi è risultato pari a +9 punti percentuali, segue il comparto turistico (3,8 p.p.). Ancora negativo il saldo invece nel settore dei servizi innovativi e tecnologici (-5,8 p.p.).
Riguardo l’occupazione i saldi d’opinione si sono attestati a -0,7 punti percentuali per il comparto turistico, a -1,4 punti percentuali per i servizi innovativi e tecnologici e a -4,1 p.p. per i trasporti.
Previsioni ancora in crescita per i prezzi di vendita, che hanno segnato un saldo d’opinione pari a +5,1 punti percentuali per i servizi innovativi e tecnologici, a + 9,7 punti percentuali per il turismo e a +10 punti percentuali per i trasporti.