Industria 3° trimestre 2019

Crescita in stallo: +0,9% la produzione

Nel terzo trimestre 2019, sulla base dell’indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una crescita del +1,7% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Prosegue la decrescita dell’indicatore che nel 2018 aveva evidenziato in media d’anno un +3,2% (+4,1% nel 2017), con valori di intensità via via sempre inferiori. Su base trimestrale l’indice destagionalizzato della produzione industriale è cresciuto del +0,9.

Sotto il profilo dimensionale le imprese di piccole dimensioni (10-49 addetti) hanno segnato una variazione del +1,9% mentre per le medie e grandi imprese (50 addetti e più) la variazione tendenziale è risultata pari a +1,5%. Osservando la tipologia di bene la crescita è trainata dalle imprese che producono beni di consumo (+5,2%), più contenuto è stato l’aumento per le aziende che producono beni di investimento (+1,3%) mentre hanno segnato una variazione negativa le aziende che producono beni intermedi (-1,4%).

A livello settoriale i comparti che hanno registrato una tendenza positiva più marcata sono quelli dell’alimentare e bevande e del marmo, vetro e ceramica (entrambi +5,9%), seguono le macchine elettriche ed elettroniche (+3,9%), la gomma e plastica (+2,3%) e la carta e stampa (+2,3%). Negative sono invece le variazioni dei settori mezzi di trasporto (-4,2%), tessile e abbigliamento (-1,5%) e metalli (-0,4%).

Nel terzo trimestre 2019 le aspettative degli imprenditori per i successivi tre mesi risultano in leggero miglioramento rispetto al trimestre precedente. Per il fatturato e gli ordini esteri il saldo tra coloro che prevedono un incremento e coloro che si attendono una diminuzione è risultato positivo (rispettivamente +0,5 p.p. e +0,6 p.p.) mentre per gli ordini interni e la produzione il saldo ha registrato valori negativi ma in miglioramento rispetto al trimestre precedente (-5,6 p.p. e -2 p.p.).