Commercio 1° trimestre 2012

In calo il fatturato (-1,5%), recupera l’occupazione (+2,7%)

Nel primo trimestre 2012, sulla base dell’indagine VenetoCongiuntura, le vendite al dettaglio hanno registrato una variazione negativa dell’1,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 2011. Peggiorano le aspettative degli imprenditori per il prossimo trimestre.
L’andamento negativo nelle vendite al dettaglio è stato rilevato in tutti settori. In particolare la performance peggiore è stata quella del settore del commercio al dettaglio di prodotti non alimentari, che ha registrato un calo del -3,6 per cento. Più contenute sono state le variazioni per il commercio al dettaglio di prodotti alimentari (-2,9%) e per i supermercati, ipermercati e grandi magazzini (-0,8%).
Sotto il profilo dimensionale si è evidenziata una flessione maggiore nelle piccole superfici (<400 mq) rispetto alle medie e grandi superfici (≥400 mq), in calo rispettivamente del -3,5 e del -0,8 per cento.
Restano negative le attese degli imprenditori per i prossimi tre mesi. Per quanto riguarda le vendite, il saldo tra chi prevede un aumento e chi una diminuzione è risultato pari a -35,8 punti percentuali. Più sfavorevoli le previsioni per gli ordini -37,2 punti percentuali. La differenza tra giudizi positivi e negativi per l’occupazione si è attestata a -11,3 punti percentuali, mentre sono attesi in rialzo i prezzi di vendita (+12,3 p.p.).