Costruzioni 2° trimestre 2014

Il mattone non riparte: fatturato -0,7%

Nel secondo trimestre 2014, sulla base dell’indagine VenetoCongiuntura, il fatturato delle imprese di costruzioni ha registrato una flessione del -0,7 per cento rispetto allo stesso periodo del 2013 in linea con lo scorso trimestre (-0,5%)

Rispetto allo scorso anno, nel secondo trimestre 2014 sono le imprese non artigiane a soffrire maggiormente con una diminuzione del fatturato pari a -1 per cento. Le imprese artigiane segnano una variazione negativa meno marcata (-0,4%). Lo stesso andamento si registra per il dato congiunturale dove le imprese non artigiane (-1,9%) hanno registrato una flessione più marcata rispetto alle imprese artigiane (-0,1%).

Dal punto di vista previsionale sono molto diversificate le aspettative delle imprese, che evidenziano sia differenziazioni a livello tipologico, sia a livello territoriale. Il dato relativo al saldo percentuale delle risposte relativamente al fatturato delle imprese presenta un valore pari a -12,8 punti percentuali, quindi leggermente migliore di quello del primo trimestre, pur nella negatività della previsione. Segnali di maggiori aspettative negative provengono dalle province di Belluno, di Padova, di Venezia e Verona, mentre dati debolemente negativi, e che dunque fanno ben sperare, si rilevano in provincia di Vicenza, Treviso e Rovigo. Allo stesso modo migliorano anche le previsioni degli ordini, con un saldo negativo pari a -8 punti percentuali (era -12 il trimestre precedente) e le aspettative sui prezzi, che presentano un valore di poco inferiore ad un quinto delle risposte (era un quarto il trimestre precedente), dunque in miglioramento. Sul fronte occupazionale emerge un primo significativo dato positivo.