Costruzioni 2° trimestre 2020

Costruzioni: continua l’effetto negativo del Covid-19, fatturato -14,7%

Nel secondo trimestre 2020, sulla base dell’indagine VenetoCongiuntura, il fatturato delle imprese di costruzioni registra una importante diminuzione del -14,7% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

L’andamento fortemente negativo di questo secondo trimestre 2020 si deve ovviamente allo stop delle attività intervenuto a causa del corona virus, stop che è avvenuto tuttavia nella prima parte del trimestre e in particolare con le direttive relative al lockdown di di aprile e a quello parziale di maggio, quando le attività sono ripartite in base alle disposizioni regionali e governative.

La forte flessione del fatturato è confermata sia dalle imprese artigiane con un -14,8% sia da quelle non artigiane con un -14,7%.
Sotto il profilo dimensionale si registra una dinamica negativa in tutte le classi: soffrono maggiormente le imprese di grandi (da 10 addetti e più) con una flessione del -15,9%, a seguire troviamo le imprese di piccole dimensioni (da 1 a 5 addetti) che hanno segnato un -15,1%, mentre leggermente migliori risultano le imprese di medie dimensioni (-11,7% da 6 a 9 addetti).
A livello territoriale la decrescita ha riguardato tutte le province. Le variazioni più negative si sono registrate a Padova (-20%) e a Treviso (-16%). Tutte le altre province hanno registrato una variazione pari a quella media; fatta eccezione per la provincia di Rovigo, che ha evidenziato una dinamica lievemente meno negativa, registrando un -11,5%.

Invece le previsioni sono segnate da una forte positività: le aspettative degli imprenditori dell’edilizia per i prossimi 3 mesi (luglio-settembre) registrano variazioni molto positive in netto miglioramento rispetto allo scorso trimestre.